TESSIMILIATESSIMILIA = tessitura a mano + ARTI TESSILI et SIMILIA
reports

"Miniartextil" Como 2001 >>>PROGRAMMA


Man Ray: Il poeta, 1938

 
Panoramica di Miniartextil 2000



Sinceramente, non la ho ancora vista. Però l'Ufficio Stampa ha mandato il comunicato per e-mail a Tessimilia e persino il lussuoso catalogo per posta. Un comportamento esemplare... ancora non troppo seguito in verità!
La mostra è non solo allestita egregiamente in una chiesa antica e stupenda ma ne utilizza pure, egregiamente gli spazi. Spazi sacri non solo (L'arte tessile è sacra o profana?) ma anche subordinati a quella gerarchia.
In fondo, al posto dell'
altar maggiore c'è il Santissimo (in questa edizione: Jagoda Buic').
Nelle navate laterali,
al posto dell'altari minori, ci sono i Santi (Brigitte Amarger, Ideo Tanaka, Haoi Kono Huber, Kalevi Yokinen, Kaija Poijula, Cecilia Martinez Lussareta, Liang Shaoji,Margareth Mackworth Pread, Maria Luisa Barbera, Fabrizio Bozzoli, Heidi De Felice, Filippo Falbo, Irina Ferrando).
Nella navata centrale, al posto dei
banchi per il popolo, ci sono oltre 200 minitessili. Alcuni andranno certamente all'inferno. Degni altri, già del paradiso.
Visto il titolo Miniartextil, non allego immagini dei Santi, che presentano opere grandi. Tra i mini, ho scelto tutti quelli con un volto umano per soggetto. Dei quattro, due mi ricordano quel Man Ray del 1938 con la matassa in testa (
già citato in Tessimilia). Vorrei suggerire così (magari al fiber-critico Caramel...) un ipotesi forse sconvolgente:
E se anche Man Ray fosse un artista tessile?

Questa mostra mi ha fatto l'effetto di un Blob di Rai 3. Un effetto ovviamente positivo! Blob è quasi il modello della nostra Tessimilia: di tutto e di più sulla tessitura (et similia). Infatti, pare che l' inclusione in Miniartextil non comporti alcuna selezione... a parte una quota di pochi 100mila. Forse è questa scelta economica che apre l'ingresso anche ad opere per nulla fibrose e tantomeno tessili. Vedi ad esempio, "Trame di Pietra" di Bruno Luzzani: è un blocco di pietra inciso in lungo e in largo. Di tessile ha il titolo ma non certo la fattura né l'aspetto. Anche Tenij Takahashi presenta un "Senza Titolo" di pietra ma ha cucito il suo marmo con dei fili di rame.
Chi legga (in catalogo) il critico d'arte
Caramel forse ci trova una giustificazione. Nel suo testo per la scorsa edizione, io trovai solo un ottimo sonnifero. Ora, se qualcuno più sveglio di me leggerà il nuovo testo, è pregato di informarmi in proposito. Insomma: Ma cos'è l'arte tessile? Abbozzai una risposta teorica qui in Tessimilia. Oggi aggiungerei FIBER al motto ART IS ONLY A WORD di Ben Vautier: "fiber art è solo una parola". Terra terra, il pittore che ambisca di partecipare a eventi di arte tessile, incolla due fili a un suo quadro qualsiasi. Non c'è solo Miniartextil: vedi pure Biennale di Chieri, dove si accede gratuitamente, per selezione e anche un po' per residenza... visto che i pittori incolla-fili sembrano coincidere con "la significativa rappresentanza chierese..."
Per concludere, un piccolo suggerimento a
Nazarena Bortolaso e Mimmo Totaro, i bravi curatori di Miniatextil: segnalare in catalogo, oltre ai MATERIALI, anche la TECNICHE.

Wm Gi 10-OCT-01

>>>
PROGRAMMA

Massimo Gilardi: L'aurora, libere emozioni tra me, 2001. Gesso, cotone,canapa, cartapesta, colori acrilici, colle - Antonietta Lot: Le forze del mondo non sono..., 2001. Gres, tessuti e metalli - Adriana Puppi: E' nascosto, 2001. Lana. - Francesco Gramatica: looking back, looking forward, 2001. Stampa su carta acetato, retino e filo di cotone

Attendiamo ulteriori Notizie & Impressioni
Tessimilia pubblica TUTTO>>>

TESSIMILIA > Per me Telaio è | REPORTS | Eventi | Bandi | CercoOffro | CULTURA | Tecnica | Storia-Geo | Letteratura
TESSITORI & sìmili | Associazioni | Fornitori | Scuola-Ricerca | Musei | Riviste-Libri | Siti Web | Così parlò Wm Gi | MAIL
www.hypertextile.net/TESSIMILIA
HyperTextile.net