TESSIMILIATESSIMILIA = tessitura a mano + ARTI TESSILI et SIMILIA
reports
Filo...Leumann 2002 e 2003


Van der Pol & Rovacchi


Bruno Ciasca


fronte del banco

Inoltre...
"Pensieri" di tessitura: una mostra necrologica dedicata alla memoria di Jeanne marie Cocheril, che sperimentò con spirito eclettico e innegabile maestria le tendenze più attestate della Fiber Art novecentesca. Tra i grandi pannelli (e in cartella tra gli atti), un contributo acritico di affettuosi necrologi, raccolti tra le amiche inconsolabili. Va bene, ma insomma, dobbiamo sempre farci riconoscere come un club femminile?

Un istituto d'arte tessile infantile sembra essere l'Istituto Statale d'Arte Passoni di Torino, pure sempre ampiamente presente a Trame d'Autore, Biennnale Fiber Art della limitrofa Chieri. Questo progetto Libere Trame di Silvia Beccaria, si avvale appunto delle classiche cassette da frutta, usate nelle scuole materne per iniziare gli infanti all'intreccio. Al Passoni, gli studenti di Moda e Costume hanno fatto i classici esperimenti di infilarci tutto quello che trovavano, soprattutto roba buffa e di recupero. Qui vedi, come prima, Global Home... che, però non la fa tanto lunga: in 5 minuti, chiunque ci passa ci tesse da creativo.

Ultima voce in cartellone: la immancabile sfilata di moda tessuta a mano, dove un abito nuziale in feltro (bel lavoro di? poi ce l'aggiungo) ci conferma il crescente sucesso di questa tecnica, sempre più presente su mercati, mostre e corsi. Sbollita l'euforia della curiosità (che già tramonta sulla tessitura), speriamo che qui almeno, sopravvivano i migliori.

Fuori cartellone (per malizia o per mera distrazione) l'affollata assemblea di venerdì del Coordinamento Tessitori, dove si è concretizzata, finalmente, la ovvia proposta di darsi una modesta struttura associativa.

Infine c'è
la truppa, sempre valorosa, degli oltre 80 espositori. Sul fronte del banco, hanno resistito disinteressatamente all'assalto di un pubblico normalmente ignorante. D'altra parte, non può essere educato a mercatini... Nella truppa, segnaliamo soltanto i più indifesi, che non avevano neanche banchetto per ripararsi. Del resto non lo meritano: non sono "tessitori duri e puri da mercato". Qui dunque Bruno Ciasca, che, con i suoi "orditi di frontiera" inquadrati da cerchioni di bici e aggeggi consimili, rivela con poesia le segrete strutture del tessuto. Maria Theresia Van Der Pol e Francesco Rovacchi presentano umilmente i loro stupendi "arazzi disgiunti"... ma a questa incredibile coppia, dedicheremo presto assai più spazio.
(WM Gi)

Seguendo il "Filo...Leumann, 2002 e 2003":
idee per la prossima edizione

Immagini, impressioni e proposte da
"Filo lungo filo, un nodo si farà"


TESSIMILIA > 
Per me Telaio è | REPORTS | Eventi | Bandi | CercoOffro | CULTURA | Tecnica | Storia-Geo | Letteratura
TESSITORI & sìmili | Associazioni | Fornitori | Scuola-Ricerca | Musei | Riviste-Libri | Siti Web | Così parlò Wm Gi | MAIL
www.hypertextile.net/TESSIMILIA
HyperTextile.net