TESSIMILIATESSIMILIA > Letteratura

I tessitori di Moby Dick 1|2|3

Il Telaio Animale e Vegetale

Al Capitolo 102 di Moby Dick, Melville descrive il giardino di Tranquo, re gli Arsacidi, nella villa regale di Pupella. Il protagonista Ismael (o forse Melville stesso, in qualche suo viaggio per il mondo) qui si imbatte in uno scheletro di capodoglio. E' riciclato a gigantesca pergola, tutta irretita di rampicanti. Sembrano proprio i fili in un telaio, coi fiori al posto delle figure. Oggetto ideale per un altro stupendo delirio metafisico-tessil-baleniero. Notevoli, tecnicamente, l'ambiguità semantica della "spola volante" solare e l'osservazione del tappeto che scompare arrotolandosi al subbio. La traduzione automatica, per questa volta, ce la risparmiamo. A Pavese, si appunterà soltanto che i tappeti non avrebbero "immagini" ma più precisamente "figure".

(..) among whatever natural wonders, the wonder-freighted, tribute-rendering waves had cast upon his shores.
Chief among these latter was a great Sperm Whale, which, after an unusually long raging gale, had been found dead and stranded, with his head against a cocoa-nut tree, whose plumage-like, tufted droopings seemed his verdant jet. When the vast body had at last been stripped of its fathom-deep enfoldings, and the bones become dust dry in the sun, then the skeleton was carefully transported up the Pupella glen, where a grand temple of lordly palms now sheltered it
(...) in mezzo ai tanti portenti naturali, che onde portentose, sue tributarie avevano gettato sulle sue spiagge.
Principalissimo tra questi era un grande capodoglio che, dopo l'infuriare di una burrasca insolitamente 1unga, era stato trovato morto e arenato, con la testa contro un albero di cocco la cui cascata fronzuta, quasi fossero piume, pareva la sfiatata verdeggiante del mostro.Quando il corpo immerso fu alla fine spogliato delle sue spesse coperture e le ossa disseccate al sole come polvere, lo scheletro venne trasportato con ogni cura nella valletta di Pupella, dove un gran tempio di palme mae stose gli dava ora ricetto.
The ribs were hung with trophies; the vertebrae were carved with Arsacidean annals, in strange hieroglyphics; in the skull, the priests kept up an unextinguished aromatic flame, so that the mystic head again sent forth its vapory spout; while, suspended from a bough, the terrific lower jaw vibrated over all the devotees, like the hair-hung sword that so affrighted Damocles Le costole erano tutte appese di trofei; le vertebre, scolpite degli annali arsacidei con geroglifici bizzarri, e nel cranio i sacerdoti mantenevano una perenne fiamma aromatica, in modo che il mistico capo emetteva ancora il suo spruzzo vaporoso, mentre, sospesa a un ramo, la mandibola terrificante oscillava sui fedeli, come la spada che, appesa a un capello, tanto atterrì Damocle.
It was a wondrous sight. the wood was green as mosses of the icy Glen; the trees stood high and haughty, feeling their living sap; the industrious earth beneath was as a weaver's loom, with a gorgeous carpet on it, whereof the ground-vine tendrils formed the warp and woof, and the living flowers the figures. All the trees, with all their laden branches; all the shrubs, and ferns, and grasses; the message-carrying air; all these unceasingly were active. Through the lacings of the leaves, the great sun seemed a flying shuttle weaving the unwearied verdure. Oh, busy weaver! unseen weaver!-pause!-one word!-whither flows the fabric? what palace may it deck? wherefore all these ceaseless toilings? Speak, weaver!-stay thy hand!-but one single word with thee! Nay - the shuttle flies - the figures float from forth the loom; the freshet-rushing carpet for ever slides away. The weaver-god, he weaves; and by that weaving is he deafened, that he hears no mortal voice; and by that humming, we, too, who look on the loom are deafened; and only when we escape it shall we hear the thousand voices that speak through it. For even so it is in all material factories. The spoken words that are inaudible among the flying spindles; those same words are plainly heard without the walls, bursting from the opened casements. Thereby have villanies been detected. Ah, mortal! then, be heedful; for so, in all this din of the great world's loom, thy subtlest thinkings may be overheard afar. Era uno spettacolo prodigioso. Il bosco era verde come muffa della Valle Gelata; gli alberi sorgevano alti e orgogliosi, sentendosi dentro la linfa viva; la terra industre, sotto, era come il telaio di un tessitore, coperto di uno sfarzoso tappeto, di cui i viticci delle piante rampicanti formassero l'ordito e la trama, e i fiori viventi, le immagini. Tutti gli alberi, coi loro rami carichi, tutti i cespugli, le, felci, e le erbe e l'aria portatrice di messaggi, tutto era incessantemente attivo. Attraverso gli intrecci delle foglie, il sole immenso pareva una spola volante, che tessesse la verzura mai stanca. Oh, laborioso tessitore! tessitore invisibile, fèrmati! una parola: dove va questo lavoro? quale palazzo deve ornare? a che scopo tutte queste incessanti fatiche? Parla, tessitore! arresta la mano! Soltanto un'unica parola con te! Ma no - la spola vola - le immagini compaiono alla vista sul telaio, il tappeto della velocità di torrente scivola via per sempre. Il dio-tessitore tesse, e da questo tessere è tanto assordato che non sente. più voce, mortale, e da questo ronzio siamo assordati noi pure che guardiamo il telaio, e solamente quando ne fuggiremo potremo udire le migliaia di voci che parlano attraverso. Poichè è così anche in tutte le fabbriche materiali. Le parole dette, che non si pos sono sentire, tra il volare dei fusi - queste stesse parole si odono chiaramente dall'esterno, echeggianti per le finestre spalancate. Così sono state scoperte azioni malvage. Ah, mortale! sta' attento dunque, poiché a questo modo, in tutto il fracasso del grande telaio del mondo, qualcuno può origliare di lontano i tuoi pensieri più riposti.
Now, amid the green, life-restless loom of that Arsacidean wood, the great, white, worshipped skeleton lay lounging-a gigantic idler! Yet, as the ever-woven verdant warp and woof intermixed and hummed around him, the mighty idler seemed the cunning weaver; himself all woven over with the vines; every month assuming greener, fresher verdure; but himself a skeleton. Life folded Death; Death trellised Life; the grim god wived with youthful Life, and begat him curly-headed glories. Ora, fra il telaio verde, irrequieto di vita, di quel bosco arsacideo, il grande scheletro bianco venerato giaceva in ozio: un fannullone gigantesco! Eppure, mentre l'ordito e la trama verdeggianti e sempre all'opera gli si mescolavano e ronzavano intorno, il grande fannullone pareva lui stesso l'accorto tessitore, tutto ricoperto di rampicanti, intento di mese in mese ad assumere verzura più verde e più fresca, ma nulla più di uno scheletro. La Vita avvolgeva la Morte, la Morte intelaiava la Vita, la torva Morte sposava il giovane iddio e gli generava esseri gloriosi dalle chiome ricciute.

Moby Dick 1|2|3

Certamente conosci anche tu qualche bella prosa o poesia sul "tessere e simili". Puoi proporle a Tessimilia cliccando sulla busta.


TESSIMILIA > Per me Telaio è | REPORTS | Eventi | Bandi | CercoOffro | CULTURA | Tecnica | Storia-Geo | Letteratura
TESSITORI & sìmili | Associazioni | Fornitori | Scuola-Ricerca | Musei | Riviste-Libri | Siti Web | Così parlò Wm Gi | MAIL
Tessitura a Mano, Arti Tessili et Similia